Tag Archive - Mozilla Firefox

Configurare il forward della propria posta da Libero a GMail

È uno di quegli articoli che ogni tanto tocca riproporre perché torna utile tanto quanto la Nutella a colazione. Vi ricordate quando tempo fa avevo aggiornato l’articolo originale dicendo che Libero aveva finalmente rinunciato alle limitazioni imposte alla connessione per scaricare la posta elettronica da qualsiasi client e provider? Pare proprio che questo roll-out sia ancora in corso, è lento, non tutti ne possono usufruire e chi prova a configurare la propria casella di Libero su GMail ottiene spesso e volentieri un errore che non permette di andare avanti con il catch delle mail. Il metodo per aggirare l’ostacolo c’è in ogni caso e ve ne avevo già parlato, serve un ritocchino qua e la ma ce la possiamo fare, ecco di cosa si tratta!

Libero-logo

Ve la faccio breve e con un passo-passo contenente anche immagini che vi permetteranno di capire rapidamente il da farsi rispetto alla vecchia casella di posta e ad un interfaccia arcaica fortunatamente non più utilizzata dal provider.

Una volta fatto accesso alla vostra casella di posta dal sito web di Libero dovrete andare nelle Impostazioni della stessa:

LiberoWebMail_Impostazioni

Spostatevi in Filtri, createne uno nuovo e compilatelo così come in figura avendo cura di sostituire “vostramail@libero.it” con il vostro vero indirizzo di posta elettronica Libero e “mario.rossi@gmail.com” con il vostro vero indirizzo di GMail:

LiberoWebMail_Filtro

Facendo clic su Salva, Libero farà partire un controllo sul campo dedicato alla casella che dovrebbe ricevere l’inoltro automatico della vostra corrispondenza dicendovi che non potete scegliere nulla di diverso da una casella di posta @libero.it. Ce la si prende in saccoccia? Tutt’altro. Ci sono degli script / componenti aggiuntivi che se installati sul vostro browser permetteranno di rimuovere questa limitazione, scegliete in base al vostro browser:

A questo punto -riavviate il browser se necessario- dovrete aggiungere uno script realizzato ad-hoc per permettervi di superare la limitazione imposta da Libero, collegatevi all’indirizzo greasyfork.org/it/scripts/2830-libero-mail-forward-to-any-address e installate lo script tramite il pulsante “Installa questo script“. Una volta fatto tornate sulla pagina di Libero (la vostra WebMail) e riprovate a salvare il filtro. Se continuate a ricevere l’errore chiudete la pagina, rientrate e ripetete la procedura sopra spiegata, non dovreste più notare il messaggio di errore nel popup e finalmente riuscirete ad effettuare il forward della posta verso la casella che ritenete debba essere la principale per il vostro quotidiano scambio di comunicazioni.

Occhio però: ad oggi questo metodo è perfettamente funzionante e la limitazione imposta da Libero è banalmente aggirabile tramite lo script sopra descritto, domani potrebbe smettere di funzionare, zero preavviso, “no-excuses“, spero possiate leggere questo articolo e approfittarne prima che sia tardi ;-)

 

Firefox Developer Edition (ex Aurora): un paio di consigli utili

Siete tra gli utilizzatori di Firefox Aurora, versione meno stabile della ormai utilizzatissima “beta” ma già migliore rispetto alle “Nightly” che ogni giorno cambiano includendo errori e novità forse in pari peso? Come avrete certamente notato, dallo scorso 10 novembre Aurora non esiste più, al suo posto Mozilla ha dato vita al primo browser pensato completamente per gli sviluppatori e tutti coloro che non ce la fanno a seguire la massa sul web: Firefox Developer Edition. Si tratta di un concentrato di strumenti sempre a disposizione dell’utilizzatore e di colui che deve verificare che il proprio lavoro sia perfettamente visibile / visitabile in qualunque condizione (qui il post sul blog ufficiale di Hacks: hacks.mozilla.org/2014/11/mozilla-introduces-the-first-browser-built-for-developers-firefox-developer-edition).

firefox_developer_edition-banner

Avete perso tutti i dati? Non esattamente.

Il vostro nuovo Firefox Developer Edition si è aggiornato automaticamente e avete perso all’improvviso anni di vita quando una volta avviato non avete più visto segnalibri, tab aperte e tutto ciò che avete lasciato l’ultima volta. Niente panico, avrete certamente risolto nel frattempo, è già uscito infatti un articolo (in inglese, nella knowledge base ufficiale) che vi permette di capire di cosa si tratta: support.mozilla.org/en-US/kb/recover-lost-bookmarks-firefox-developer-edition, intervenire è davvero molto semplice (e personalmente ho preferito utilizzare la gestione profili e collegamenti diretti a questi, ma ognuno fa quello che vuole in casa propria!).

Passare dal tema “total-black” a quello più chiaro

Altro punto importante per alcuni è il tema di base del browser. Chi non utilizza temi personalizzati avrà fatto i conti con un tema “total-black” come quello in immagine:

FirefoxPortableDeveloper-BlackTheme

Se proprio non vi va giù sappiate che potete passare ad un tema decisamente più chiaro in scala di grigi. L’opzione però non si trova nelle Impostazioni (come si arriverebbe a pensare con un po’ di logicità) ma nel pannello di sviluppo che potete richiamare con F12 (o facendo clic con il tasto destro su qualsiasi oggetto in una pagina web e selezionando “Analizza elemento”). Una volta aperto fate clic sull’icona a forma di ingranaggio nella parte alta a destra e finalmente accederete alle opzioni, tra le quali la possibilità di passare al Tema chiaro:

FirefoxDevEdition-StrumentiDev

Una volta fatto clic la modifica è immediata, non sarà necessario riavviare.

Un po’ più contenti? Ne sono lieto. In ogni caso vi ricordo che le versioni inferiori alla beta sono appositamente pensate e realizzate per utilizzatori esperti, non sono assolutamente consigliate per utenti alle prime armi o navigati fruitori del web. Sono versioni di sviluppo, potenzialmente instabili che potrebbero mettere in pericolo i vostri dati, fate sempre un backup e cercate di non urlare troppo sul nostro forum di assistenza nel caso in cui qualcosa esploda ;-)

Firefox e i servizi di condivisione

So benissimo che molti di voi preferiscono tenere un segnalibro a portata di mano, magari uno di quelli presi direttamente dai siti web ufficiali, ma chi ha scelto Mozilla Firefox come browser principale per la navigazione sul web (bravi, me ne compiaccio) può dire addio a quei segnalibri e passare ad un servizio di condivisione integrato. Un solo pulsante sulla barra principale (dove trovate anche l’URL ma non solo, ndr) e potrete facilmente condividere ogni pagina web e ogni risorsa sui vostri social network preferiti in un clic.

ServiziFirefox-Home

Probabilmente non siete neanche a conoscenza della sua esistenza ma Mozilla ha creato già tempo fa un piccolo portale che racchiude tutti i servizi di condivisione integrabili in Firefox, lo trovate all’indirizzo activations.cdn.mozilla.net/it e potrete rapidamente arricchire il pulsante di condivisione aggiungendo i servizi che intendete utilizzare. Twitter, Facebook, Google+ o magari tumblr passando da pocket. I servizi non sono ancora molti ma ci sono i più utilizzati e diffusi, per aggiungerli al browser vi basterà davvero un clic per selezionare la piattaforma e uno per confermare l’aggiunta al vostro browser.

Il risultato dovrebbe assomigliare a questo :-)

Service Activations Firefox

Potrete saltare da un servizio all’altro semplicemente selezionandone l’icona dalla colonna di sinistra. Una volta aggiunto il testo che desiderate potrete inviare l’aggiornamento di stato, il tutto senza ulteriori estensioni o segnalibri o programmi di terze parti ;-)

Firefox: nuova scheda? Aprila a destra dell’attuale (Always Right)

Pillole

Le pillole sono articoli di veloce lettura dedicati a notizie, script o qualsiasi altra cosa possa essere "divorata e messa in pratica" con poco. Uno spazio del blog riservato ai post "a bruciapelo"!

Fine settimana, solito (più o meno) appuntamento con una pillola che può tornarvi utile, ancora una volta dedicata al mondo Mozilla (Firefox nello specifico). Il comportamento di default del browser, nel caso in cui vogliate aprire una nuova scheda, sarà quello di farla comparire in fondo alla fila. Nulla di cui preoccuparsi se siete abituati a tenere una o due schede al massimo durante una sessione di navigazione, decisamente più seccante se quella fila conta almeno 20 o 30 schede, magari di più in diversi ambienti grazie all’aiuto del raggruppamento nativo del browser. Il problema è aggirabile tramite un componente aggiuntivo che non richiederà neanche il riavvio di Firefox.

firefox_new_tab_full

A parte il faccione poco rassicurante dello sviluppatore, l’estensione “Always Right” si comporta piuttosto bene e fa il suo lavoro, si scarica gratuitamente da AMO all’indirizzo addons.mozilla.org/it/firefox/addon/always-right. Installatela, attendete che l’operazione venga completata e provate ad aprire una nuova tab, sin da subito otterrete il risultato tanto cercato.

Buon fine settimana :-)

Firefox: catturare porzioni (e non solo) delle pagine web visitate

Pillole

Le pillole sono articoli di veloce lettura dedicati a notizie, script o qualsiasi altra cosa possa essere "divorata e messa in pratica" con poco. Uno spazio del blog riservato ai post "a bruciapelo"!

Qualche tempo fa ho avuto necessità di cambiare l’estensione che per tanti anni mi ha permesso di catturare screenshot delle pagine web visitate direttamente da Firefox, con la possibilità immediata di caricarle online per poterle condividere su forum / siti web o semplicemente salvarle sul disco fisso della mia macchina, si trattava di addons.mozilla.org/it/firefox/addon/awesome-screenshot-capture, bella quanto vi pare ma sfortunatamente non al passo con i rilasci di Aurora.

screenshot-nimbus everhelper me 2014-07-07 18-40-15

Dopo qualche test sono approdato e rimasto su Nimbus Screenshot, disponibile gratuitamente su AMO: addons.mozilla.org/it/firefox/addon/nimbus-screenshot. Anche questa non richiede riavvio, assolutamente personalizzabile e permette (una volta terminato l’editing offerto sempre all’interno del browser, ndr) di caricare l’immagine sul sito del progetto per poter essere immediatamente condivisa o sul disco locale della macchina se ne avete bisogno per un documento o magari per un upload successivo sul blog. Ancora più comoda se si pensa che la stessa estensione è presente anche sul Chrome Store per il browser di Google.

Molto leggera, rapida, comoda, un must per chi deve catturare porzioni o intere pagine web per farne immagini.

Page 1 of 3512345»...Last »